Enna, arrestata una donna e denunciata la figlia per spaccio di sostanze stupefacenti

Condividi l'articolo su:

Nel pomeriggio del 30 novembre , il personale delle volanti della Polizia di Stato, appartenente all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico (U.P.G.S.P.), impegnato in attività di controllo del territorio, ha effettuato l’arresto di una donna e denunciato in stato di libertà sua figlia, entrambe coinvolte nel reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante un normale controllo di polizia, le due donne sono state fermate a causa di un comportamento sospetto. Trovate in possesso di una modesta quantità di marijuana, hanno cercato di fornire ripetutamente un indirizzo diverso dal loro effettivo domicilio.

Il personale di polizia, basandosi sul quadro circostanziale che si stava delineando, ha successivamente raggiunto l’abitazione delle donne. Dopo un’accurata perquisizione, è emerso che avevano allestito una serra rudimentale ma ben attrezzata, completa di strumenti e materiale per la produzione, coltivazione, piantumazione e vegetazione di marijuana, in particolare cannabis indica. Nel corso dell’operazione, sono state sequestrate 17 piante di marijuana in diversi stadi di maturazione e quasi un chilogrammo di sostanza stupefacente.

Gli agenti hanno smantellato l’intera struttura e sequestrato tutte le attrezzature utilizzate per questa attività illecita. Su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica, Domenico Cattano, la donna è stata posta agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, mentre la figlia è stata indagata in stato di libertà per il suo presunto coinvolgimento nella stessa attività illecita.



Condividi l'articolo su: