Il Corteo storico di Nicosia ha celebrato i 488 anni della visita di Carlo V – FOTO e VIDEO

Corteo Carlo V 17
Condividi l'articolo su:

Con un’atmosfera carica di storia e tradizione, il Corteo Storico di Nicosia ha celebrato il 488° anniversario dalla visita di Carlo V. Questo evento, considerato la rievocazione storica più antica della Sicilia, è ormai una tradizione che dura da 31 anni e anche quest’anno ha affascinato e coinvolto il pubblico. L’Associazione “Corteo Storico Carlo V” e il Moica hanno organizzato l’evento, ottenendo il patrocinio del Comune di Nicosia.

Il Corteo Storico 2023 è partito dal piazzale dell’ex educatorio, ripercorrendo le orme dell’imperatore Carlo V, affiancato dai suoi valorosi soldati e da figuranti provenienti da Messina. Il loro ingresso in città, è stato segnato dal suono trionfale di trombe e tamburi suonati dai musici e sbandieratori del gruppo “Civitas Nicosiae,”. Questo gruppo, diretto dal maestro Giuseppe Tamburello, ha intrattenuto costantemente la folla con musiche e marce tipiche dell’epoca rinascimentale.

Corteo Carlo V 6

L’intero corteo si è poi diretto a piazza Garibaldi, dove il clero di Nicosia ha dato il benvenuto all’imperatore presso i portici della Cattedrale di San Nicola. In questo luogo, Carlo V ha ricevuto la benedizione dal vescovo dell’epoca.

Carlo V e la sua corte, accompagnati da nobili e popolani provenienti da ogni angolo della Sicilia, si sono successivamente recati nel quartiere di Santa Maria Maggiore. Nella suggestiva piazza di Largo Mortificati, l’imperatore si è seduto sulla replica della celebre sedia custodita all’interno della Basilica e ha assistito a uno spettacolo offerto da musicanti e sbandieratori. Successivamente, tutte le delegazioni di nobili e popolani provenienti da tutta la Sicilia si sono presentate all’imperatore.

Corteo Carlo V 10

Il corteo ha poi proseguito attraverso le vie del centro storico di Nicosia, attraversando via Fratelli Testa, piazza San Francesco di Paola, la zona di Santa Maria di Gesù, la via Roma e si è concluso in modo spettacolare con un ingresso trionfale in piazza Garibaldi. Qui, l’intera corte di nobili nicosiani e l’imperatore si è riunita per assistere a uno straordinario spettacolo di abili giocolieri provenienti da Milazzo.

Dopo questa affascinante esibizione, i due bravi presentatori della serata, Valentina D’Alessandro e Francesco Meli, hanno introdotto i vari gruppi che hanno partecipato al Corteo Storico. Sul palco sono saliti: l’Officina Medievale di Enna, il gruppo “Antiche Torri” di Santa Lucia del Mela in provincia di Messina, un gruppo proveniente da Erice in provincia di Trapani, un gruppo proveniente da Randazzo in provincia di Catania, il gruppo proveniente da Roccella Valdemone in provincia di Messina, il gruppo di giocolieri provenienti da Milazzo e il gruppo dei comuni di Cammarata e San Giovanni Gemini in provincia di Agrigento.

Corteo Carlo V 11

Lo spettacolo è proseguito con l’esibizione dei musici e sbandieratori di Civitas Nicosiae davanti ai portici della cattedrale.

Sul palco, la dottoressa Mariaelena Costa ha condiviso cenni storici affascinanti sulla vita e le imprese dell’imperatore Carlo V.

Corteo Carlo V 16

La rievocazione storica è proseguita con la conferma dei privilegi concessi dalla mano di Carlo V alla Civitas Costantissima Nicosia e con le letture dei nobili Francesco Sciascia, Gianfilippo La Via, che ospitò l’imperatore Carlo V presso il suo palazzo e Lorenzo Salomone. L’imperatore stesso ha letto e confermato i privilegi per la città.

I due presentatori hanno quindi presentato Anna Maria Li Volsi, presidente dell’Associazione “Corteo Storico Carlo V” e Bettina Cascio Gioia, l’instancabile organizzatrice di questo evento che, nel corso degli anni, ha confezionato tutti gli abiti indossati dai figuranti nicosiani.

Corteo Carlo V 18

La manifestazione si è conclusa con un discorso di ringraziamento da parte del sindaco di Nicosia, Luigi Bonelli, e con l’introduzione di due illustri ospiti dell’evento: Bianka Myftari, una ricercatrice storica presso il Ministero della Cultura, che ha lavorato instancabilmente negli ultimi mesi per ottenere il riconoscimento del Corteo Storico Carlo V come la rievocazione storica più antica della Sicilia e Cesar Requenses, scrittore, giornalista e discendente di Luis Requenses, precettore del futuro re di Spagna Filippo II e braccio destro di Giovanni D’Austria, comandante della flotta della Lega Santa durante la celebre battaglia di Lepanto.

La giornata si è conclusa con l’intervento di Anna Maria Li Volsi e con i ringraziamenti a tutti coloro che hanno contribuito al successo di questo evento, rendendo Nicosia famosa in tutta la Sicilia.

CLICCARE SULLE FOTO PER INGRANDIRLE

 

 

 



Condividi l'articolo su: