La Fidapa di Nicosia celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne all’IIS Fratelli Testa – FOTO e VIDEO

Condividi l'articolo su:

Il 25 novembre si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, come ogni anno la Fidapa di Nicosia ha voluto dare il suo contributo organizzando presso l’Istituto superiore Fratelli Testa di Nicosia una serie di iniziative per celebrare questo evento.

Presso il portico della scuola è stata installata una panchina rossa con ai piedi un paio di scarpe del medesimo colore, da anni questi sono divenuti simboli di questa giornata di lotta e di sensibilizzazione. Inoltre, sempre nel portico è stato realizzato un bozzetto, così come nella tradizione artistica dell’infiorata, in ogni evento che si rispetti la Fidapa ha sempre realizzato questo tipo di quadri ed anche in questa occasione la tradizione è stata rispettata.

All’interno dell’istituto è stata allestita una mostra di opere del pittore Lorenzo Maniscalco, docente dell’istituto.

La seconda parte dell’evento si è svolta presso l’auditorium dell’Istituto Fratelli Testa. Il tema della serata e tutti gli interventi sono stati introdotti dalla presidente della Fidapa di Nicosia, la professoressa Rita Scinardi.

Tra gli interventi istituzionali i saluti del dirigente scolastico Josè Chiavetta, particolarmente sensibile a questi temi di grane rilevanza sociale. Il sindaco di Nicosia Luigi Bonelli, che da psichiatra ha dato un importante contributo in termine di riflessioni sui temi trattati in questa giornata. In rappresentanza della Fidapa distretto Sicilia è intervenuta la professoressa Ina Di Figlia, che ricopre la carica di tesoriera nel direttivo regionale.

La parte centrale della serata è stata dedicata alla presentazione del libro “La forza delle donne” della giornalista e scrittrice Adriana Pannitteri. Il libro è ispirato alla storia vera di Giordana Di Stefano, 20enne uccisa dal suo ex a Nicolosi in Sicilia nel 2015, l’autrice vuole arrivare a ragazzi e ragazze per parlare di violenza maschile contro le donne, destinando anche parte del ricavato della vendita alla costruzione di una casa rifugio in Sicilia per accogliere le giovani che vogliono uscire dal circuito della violenza.

Durante la presentazione del libro è stata recitata da Tiziano Burrafato la novella di Pirandello “La verità”, che narra la vicenda di un delitto d’onore nella Sicilia di inizio 900. Stefania Catania ha recitato un brano del libro “La forza delle donne”, così come gli studenti dell’istituto Giulia Li Volsi, Francesca Montana, Marta Porcello e Guido Castrogiovanni.

Due balletti sono stati proposti da Martina De Luca, del Centro Studi Yo Danza l’ultimo dei quali era ballato su un brano preferito dalla giovane vittima Giordana Di Stefano. Un brano musicale è stato cantato da Elena Campione, accompagnata al pianoforte da Marco Lo Votrico.

La serata si è conclusa con la consegna di diverse stampe delle opere del pittore Lorenzo Maniscalco a tutti coloro che sono intervenuti in questa serata-evento.

 


Condividi l'articolo su: