La terza Commissione dell’ARS ascolta le richieste degli agricoltori e allevatori di Madonie e Nebrodi

Condividi l'articolo su:

Nella mattina del 27 marzo, una delegazione del dinamico Movimento “I Nebrodi e le Madonie alzano la voce” ha fatto sentire la sua presenza presso la terza Commissione Attività produttive dell’ARS. La delegazione era composta da figure di spicco come Giacomo Iraci Cappucinello, Placido Iudicello, Francesco La Giglia, Mario Rizzo, Filippo Giacobbe e l’avv. Gabriella Regalbuto.

I rappresentanti del movimento hanno avuto l’opportunità di presentare davanti ai parlamentari regionali, membri della commissione, un panorama completo delle problematiche legate al settore agro-zootecnico. Queste questioni erano state precedentemente raccolte in un documento dettagliato, stilato e firmato il 10 febbraio di quest’anno durante una manifestazione a Nicosia.

I parlamentari hanno mostrato un interesse, condividendo le tematiche presentate e apprezzando il pragmatismo con cui il movimento ha affrontato non solo i problemi del settore agro-zootecnico, ma anche le possibili soluzioni. Questo ha dimostrato che il movimento non è solo un grido di protesta, ma anche una forza di proposta.

I rappresentanti del movimento, pur mantenendo un atteggiamento realistico, hanno espresso fiducia nel futuro: “Non possiamo dire se e quando i problemi che abbiamo illustrato verranno risolti dai deputati o dal governo regionali”.

Le due parti hanno concordato di reincontrarsi per fare il punto sulla situazione e verificare se i problemi illustrati sono stati affrontati o sono in via di risoluzione. Questo incontro è stato valutato positivamente da entrambi i lati, in quanto ha permesso di mettere in luce le difficoltà di un settore in sofferenza che chiede soluzioni ragionevoli per poter continuare a operare efficacemente.



Condividi l'articolo su: