Libertà di informazione a rischio: l’appello dei Giovani Democratici di Troina

Luigi Sotera Troina Bene Comune
Condividi l'articolo su:

ASCOLTA QUESTO ARTICOLO

Durante il consiglio comunale dell’8 maggio, i Giovani Democratici di Troina hanno espresso una forte preoccupazione per il deterioramento del panorama mediatico italiano e per le crescenti minacce alla libertà di informazione. L’ordine del giorno, presentato dai consiglieri comunali Luigi Sotera e Martina Amata e sostenuto dal gruppo “Troina Bene Comune”, denuncia le recenti decisioni della Rai che limitano la libertà di espressione e l’autonomia dei giornalisti.

I consiglieri hanno puntato il dito contro le decisioni della Rai, come l’esclusione di ospiti non graditi dai programmi televisivi e le pressioni politiche sulle redazioni. In particolare, è stato citato il caso dell’autore Antonio Scurati e il suo monologo sul 25 Aprile, nonché una nuova norma approvata dalla Commissione Vigilanza Rai che consente ai rappresentanti del governo di parlare nei talk show senza vincoli di tempo e senza contraddittorio. “Queste vicende rappresentano un chiaro tentativo di limitare la libertà di informazione“, hanno dichiarato i consiglieri del gruppo di maggioranza.

In risposta a queste preoccupazioni, i Giovani Democratici di Troina hanno presentato un ordine del giorno con diverse richieste:

– Solidarietà al sindacato unitario giornalisti Rai (Usigrai) e a tutti i giornalisti che si battono per la libertà di informazione.

– Condanna delle scelte degli amministratori della Rai che hanno limitato la libertà di informazione e delle norme parlamentari che favoriscono la propaganda politica.

– Invito al Parlamento ad attuare misure specifiche:

  – Monitorare il rapporto tra le organizzazioni politiche e il servizio pubblico radiotelevisivo.

  – Promuovere una riforma della governance della Rai che ne salvaguardi l’autonomia e l’indipendenza.

  – Informare le massime autorità italiane della situazione per tutelare la libertà di informazione e il ruolo del servizio pubblico radiotelevisivo.

“In un momento storico così delicato per la nostra democrazia, è fondamentale che tutti noi cittadini, istituzioni e rappresentanti politici – ci uniamo per difendere il diritto all’informazione libera e indipendente. Il futuro della nostra democrazia dipende da questo“, ha concluso il consigliere Luigi Sotera.

I Giovani Democratici di Troina e i consiglieri di maggioranza invitano tutti i cittadini a unirsi a loro in questa battaglia per la libertà di informazione e per un servizio pubblico radiotelevisivo libero e plurale.


Visited 1 times, 1 visit(s) today

Condividi l'articolo su: