Nicosia, inaugurata una nuova sezione di scuola dell’infanzia al plesso Randazzo – VIDEO

Condividi l'articolo su:

Lo chiamail plesso ritrovato la dirigente scolastica Francesca Pellegrino, che è titolare in provincia di Trapani, ma da due anni dirige pure il secondo circolo San Felice a Nicosia.

Si riferisce ad una accogliente sezione di scuola dell’infanzia, che per qualche problema amministrativo non è stata a lungo fruibile, ma che finalmente è resa alla comunità nicosiana. Apparteneva al primo circolo, concessa dall’assessorato regionale all’istituto Filippo Randazzo. Finalmente la problematica amministrativa è stata risolta, anche grazie all’intervento dell’amministrazione di Nicosia e da settembre potrà accogliere giovani studenti, con una capienza massima da 12 sino a 16 allievi. Al momento sono già state effettuate 12 iscrizioni.

Felice di affrontare questa nuova avventura lavorativa, la maestra Gina Scardino, che vede nel “plesso ritrovato”  una scommessa per la comunità scolastica e anche a livello personale.

Pronta a lavorare per trasformare la piccola sezione in una grande scuola anche la seconda maestra che a settembre accoglierà i bimbi insieme all’insegnante Scardino, la maestra Rosina Parasiliti Colazzo.

Nel pomeriggio del 15 giugno è stato, dunque, tagliato il nastro, in segno di buon auspicio, in presenza del primo cittadino Luigi Bonelli e del suo assessore all’istruzione Gianfranco Castrogiovanni.

“Quello che riguarda la scuola è l’investimento , secondo me, più importante – ha detto l‘assessore all’istruzione Castrogiovanni “perchè gli insegnanti formano i nuovi cittadini. Aiutare a creare un ambiente migliore in cui lavorare, da la dovuta dignità all’insegnamento, spesso non considerato abbastanza”

Nel suo intervento, il primo cittadino, Luigi Bonelli, ha voluto esprimere, così come già detto presso altri istituti scolastici nicosiani durante recenti eventi, la sua preoccupazione per la difficoltà  nel rapportarsi con le emozioni riscontrata in molti giovani. Per questo ha invitato tutti gli insegnanti a lavorare sull’affettività

Ad allietare il momento di convivialità l’insegnante Giuseppe Cucchiara, con la sua fisarmonica.

 

 


Condividi l'articolo su: