Nona edizione della Passeggiata ciclo-podistica Pasqua nicosiana, in memoria di Michele Campione – VIDEO

Condividi l'articolo su:

Sabato 30 marzo, la città di Nicosia ha celebrato la nona edizione della tradizionale Passeggiata ciclo-podistica Pasqua nicosiana, un evento dedicato per il secondo anno consecutivo alla memoria di Michele Campione.

L’evento, organizzato dalle Confraternite della Chiesa di Santa Croce, dal Talin Club e da Ruota Libera, con il patrocinio del Comune di Nicosia, non aveva uno scopo agonistico. Piuttosto, era un invito aperto a tutti coloro che desideravano unirsi, correndo o pedalando, per celebrare la Pasqua Nicosiana.

La giornata è iniziata con il raduno dei partecipanti presso la Confraternita Santa Croce. Da lì, i partecipanti hanno seguito un percorso che li ha portati attraverso le vie della città, fino a raggiungere la Confraternita.

All’arrivo, i partecipanti sono stati accolti con un rinfresco offerto dal Comitato dei Festeggiamenti. Durante l’evento, è stato reso omaggio a Michele Campione, funzionario dell’ufficio tecnico comunale, deceduto improvvisamente il 16 agosto 2018. I parenti presenti all’evento hanno ricevuto una targa in sua memoria.

Michele Campione, nato a Nicosia il 29 aprile 1955, si diplomò geometra nel 1974 e divenne funzionario del Comune di Nicosia nel 1978. Durante i suoi 40 anni di servizio, Campione ha ricoperto diversi ruoli, diventando un punto di riferimento per i suoi colleghi e per la comunità. Il 19 giugno 2019, l’amministrazione comunale ha voluto ricordare Campione con una cerimonia, intitolando alla sua memoria la sala riunioni dell’Ufficio tecnico comunale.

La moglie Carmela, i figli Sebastiano ed Emanuela, il genero Antonio, la nuora Jessica e i nipoti Sophia, Alessia e Michele hanno espresso la loro gratitudine a tutti gli organizzatori dell’evento e a tutti i partecipanti alla Passeggiata Ciclo-Podistica Pasqua Nicosiana. “Siamo felici che dopo 6 anni della morte di Michele, egli viva ancora oggi nei nostri cuori”, ha dichiarato la moglie Carmela.

 



Condividi l'articolo su: