Al via all’Autodromo di Pergusa il “Progetto Icaro ’23”: guidare in sicurezza e sensibilizzare contro l’alcol e le sostanze stupefacenti

Condividi l'articolo su:

Nel contesto dell’importante impegno per la prevenzione degli incidenti stradali e la sensibilizzazione sulla guida sotto l’influenza di alcol e sostanze stupefacenti, una tematica che da anni è al centro dell’attenzione e degli sforzi congiunti delle autorità locali, in particolare in relazione al Protocollo d’Intesa firmato il 12 agosto 2022 tra la Polizia di Stato e l’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna, è diventato fondamentale affrontare il crescente e tragico aumento delle vittime sulle strade, soprattutto tra i giovani. Per affrontare questa sfida, la Sezione Polizia Stradale sta organizzando un progetto di grande rilevanza denominato “Icaro ’23 all’Autodromo di Pergusa,” senza alcun onere per l’Amministrazione della Pubblica Sicurezza.

Il progetto coinvolge il Consorzio Ente Autodromo di Pergusa, l’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, l’Università degli Studi di Enna “Kore” – Facoltà di Scienze dell’Uomo e della Società, il Servizio Urgenza Emergenza Sanitaria 118 del bacino EN-CL-AG, il Dipartimento Regionale della Protezione Civile Servizio Enna e l’Automobile Club di Enna (Aci Enna). Inoltre, partecipano il Medico Superiore della Polizia di Stato, la Dr.ssa Letizia Galtieri, Dirigente dell’Ufficio Sanitario Provinciale della Questura di Enna, e il Vice Questore della Polizia di Stato, il Dr. Antonio Capodicasa, Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Siracusa e referente Compartimentale del “Progetto Icaro”.

L’evento si svolgerà in cinque moduli, secondo il seguente programma:

Il 29 settembre 2023, dalle ore 08:00 alle 14:00 e dalle 15:00 alle 18:00.

Il 30 settembre, 1 e 2 ottobre 2023, dalle ore 08:00 alle 14:00.

L’iniziativa è principalmente rivolta agli studenti delle scuole superiori e università, con un massimo di 200 partecipanti per modulo, al fine di garantire una gestione ottimale dei gruppi. Gli studenti avranno l’opportunità di sperimentare direttamente gli effetti della guida sotto l’influenza di alcol e sostanze stupefacenti attraverso simulazioni pratiche, valutando come queste sostanze influenzino i tempi di reazione e le capacità di guida.

Ogni modulo è strutturato in tre fasi:

Una sessione teorico-formativa sulle tematiche della sicurezza stradale, dei rischi legati all’uso di sostanze stupefacenti e dell’alcol, del primo soccorso sanitario e psicologico e delle norme comportamentali in caso di emergenza. Le presentazioni saranno condotte dalla Polizia di Stato, dai Vigili del Fuoco, dal Servizio Emergenza-Urgenza Sanitaria 118, dall’ASP Enna, dalla Protezione Civile e dall’Università degli Studi di Enna “Kore” – Facoltà di Scienze dell’Uomo e della Società – Cattedra Psicologia dell’Emergenza.

Una simulazione di incidente stradale con la partecipazione della Sezione Polizia Stradale di Enna, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, del S.U.E.S. 118 e del Dipartimento Regionale della Protezione Civile. Questa simulazione metterà in evidenza le competenze necessarie per garantire la sicurezza sul luogo dell’incidente e il soccorso alle vittime.

Prove pratiche di guida, durante le quali i partecipanti potranno sperimentare gli effetti dell’alcol e delle sostanze stupefacenti indossando “occhiali esperienziali” forniti dall’ASP di Enna. Saranno affiancati da istruttori della Specialità della Polizia Stradale e da istruttori di guida qualificati dell’Automobile Club di Enna su un percorso appositamente creato all’interno del circuito, con segnaletica stradale simulata.

Durante l’evento, saranno allestiti stand informativi dai vari partecipanti per diffondere messaggi di sicurezza e legalità, esponendo materiali e strumenti utilizzati nei servizi correlati. Saranno inoltre presenti la Lamborghini e il “Pullman azzurro” della Polizia Stradale, mezzi utilizzati per la sensibilizzazione in tutto il territorio nazionale.

Il progetto mira a coinvolgere tutti gli aspetti legati alla sicurezza stradale e alla prevenzione, con la partecipazione attiva di molteplici enti e organizzazioni. È un importante passo nella promozione della sicurezza sulle strade e nella sensibilizzazione sulle pericolose conseguenze della guida sotto l’influenza di alcol e sostanze stupefacenti.



Condividi l'articolo su: