Dopo un lungo percorso e un intenso iter progettuale, nasce a Cerami l’Associazione Madonna della Lavina

Associazione Madonna della Lavina
Condividi l'articolo su:

ASCOLTA QUESTO ARTICOLO

Giorno 8 maggio 2024 presso il Santuario diocesano della Madonna della Lavina in Cerami, con la firma del decreto di erezione, mons. Giuseppe Schillaci, vescovo della Diocesi di Nicosia, formalizza la nascita della nuova associazione mariana, dando così avvio ad un nuovo cammino per la comunità ceramese, che con filiale devozione da secoli venera la Vergine Maria sotto il titolo della Lavina.

don Gaetano Giuffrida e mons. Giuseppe SchillaciL’Associazione, che ha sede presso il Santuario diocesano, nasce con lo scopo primario di promuovere il culto della Madonna della Lavina, attraverso l’esercizio della vita cristiana, la gestione del Santuario diocesano e l’organizzazione dei solenni festeggiamenti in onore della Beata Vergine Maria della Lavina il 7 settembre di ogni anno, in intesa con il parroco e in solidale collaborazione con l’amministrazione comunale nella persona del sindaco.

Conferita l’ufficialità, l’Associazione è già entrata nel vivo della sua gestione amministrativa con l’elezione del presidente e del nuovo consiglio di amministrazione, che come previsto dall’articolo 12 del nascente statuto, avrà carattere transitorio per il primo anno di vita dell’associazione, al fine di ultimare quanto necessario al corretto svolgimento della neonata vita associativa.

Giorno 17 maggio, infatti, con elezione a scrutinio segreto, l’assemblea dei soci fondatori presieduta dal parroco Gaetano Giuffrida, ha proceduto alla votazione del nuovo cda, così composto: presidente Michele Chiovetta Caio; vice presidente Mario Messina; segretario Daria Pirrello; consiglieri Lavinia Pirrone, Angelo Messina, Lino Milia; cassiere Savino Ferlauto; revisori dei conti Cristian Cantale, Santo Pirrello.

Così come previsto dalle norme statutarie, l’esito delle votazioni è stato comunicato all’ordinario diocesano che approvando il nuovo cda, dà via libera all’esercizio del suo mandato.

Già al lavoro, in occasione della prima assemblea dei soci, il nuovo cda ha ufficializzato l’apertura delle iscrizioni a quanti vorranno attivamente impegnarsi al perseguimento degli scopi dell’Associazione; da giorno 31 maggio infatti, a conclusione del mese mariano, presso il Santuario diocesano sarà possibile sottoscrivere il modulo di adesione ed entrare ufficialmente nell’Associazione Madonna della Lavina, unico punto di riferimento per quanti vorranno interfacciarsi con il Santuario e con tutto quanto concerne il culto della Beata Vergine Maria della Lavina.


Visited 2 times, 1 visit(s) today

Condividi l'articolo su: