Le Fiamme gialle ennesi incontrano gli studenti della scuola primaria degli istituti comprensivi “Carmine” di Nicosia e “Mazzini” di Valguarnera

GdF incontra scuola Nicosia
Condividi l'articolo su:

ASCOLTA QUESTO ARTICOLO

Nelle giornate del 13 e 21 maggio militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Enna, nell’ambito delle iniziative volte a diffondere l’educazione alla legalità economico-finanziaria, hanno incontrato gli studenti delle classi IV e V degli Istituti “Carmine” di Nicosia e “G. Mazzini” di Valguarnera.

L’iniziativa, promossa d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale, ha visto la partecipazione di oltre 140 alunni dei vari plessi scolastici coinvolti, accompagnati dai rispettivi insegnanti.

Nel corso degli incontri il ten. col. Gaetano Petrizzo, comandante del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Enna, parlando con gli alunni alla presenza dei rispettivi dirigenti scolastici, Roberta L’Episcopo e Grazia Lo Presti, ha introdotto i temi della convivenza civile, del rispetto delle regole sociali e della legalità, anche fiscale, come presupposto per una società basata sulla costruzione di un bene comune nel rispetto delle garanzie previste dalla Costituzione italiana.

GdF incontra scuola Valguarnera

Gli alunni, dopo la riproduzione di un filmato riguardante i vari settori di servizio che vedono giornalmente impegnate le Fiamme Gialle nel contrasto all’evasione fiscale, allo spreco di risorse pubbliche, alla corruzione, alla falsificazione dei marchi ed alle altre forme di illegalità diffuse nel Paese, hanno potuto assistere ad una dimostrazione pratica di unità cinofile della Compagnia Pronto Impiego di Catania, durante la quale è stato descritto il lavoro che ogni giorno i conduttori e i loro cani svolgono nei porti, negli aeroporti e nelle strade cittadine per scovare sostanze stupefacenti e banconote occultate.

Gli incontri, che hanno suscitato notevole interesse tra i piccoli alunni, testimoniano ancora una volta la vocazione sociale e la costante vicinanza del Corpo al mondo della scuola e agli studenti per concorrere nella promozione della cultura della legalità, a partire dai più giovani.


Visited 1 times, 1 visit(s) today

Condividi l'articolo su: