Enna, presentata la manifestazione “Le vie dei tesori”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ARTICOLO PUBBLICATO IL 7 Settembre 2021

Si è svolta il 7 settembre la conferenza stampa di presentazione de “Le Vie dei Tesori”, manifestazione che si svolgerà ad Enna dall’11 al 26 settembre.

Il sindaco di Enna, Maurizio Dipietro, ha presentato La Via dei Tesori come “parte del percorso di attenzione e sviluppo verso la cultura e la promozione della Città, iniziato sei anni fa e tuttora in corso: la nostra consapevolezza sulla valorizzazione del patrimonio culturale, artistico e naturale della Città e pari alla nostra determinazione”.

Abbiamo iniziato con la Fondazione Le Vie dei Tesori un dialogo costruttivo da due anni. Immaginavamo di portare la manifestazione ad Enna già da allora, per arrivare oggi, nonostante il fermo dovuto alla pandemia, a proporre questa iniziativa culturale che si svilupperà per tre fine-settimana” conclude il primo cittadino.

Laura Anello, presidente delle Fondazione Le Vie dei Tesori ha illustrato la maturità della proposta ennese, con un percorso che del centro città arriva alla riserva di Villa Zagaria a Pergusa, sottolineando come i luoghi che interesseranno le visite “non sono semplici gioielli da mostrare, ma luoghi fondanti della comunità: per tale motivo Le Vie dei Tesori innanzitutto è un percorso che ricorda ai cittadini il valore del proprio patrimonio culturale”.

Per Roberto Di Raimondo, manager Unicredit partner della manifestazione, ha chiarito che “è importante credere alla Via dei Tesori e sostenerla perché crea un nuovo brand di successo, mettendo in rete realtà siciliane di alto valore, culturale e artistico”.

Antonio Messina, coordinatore de Le Vie dei Tesori ha illustrato il ricco programma che si compone di 10 visite a monumenti, 4 passeggiate, 3 eventi collegati a “esperienze”, tutte in luoghi simbolo della Città, sottolineando che “ad Enna Le Vie dei Tesori, sono una via di giovani, grazie agli studenti del Liceo Classico Colajanni, che con il loro progetto di alternanza scuola-lavoro, saranno tra i protagonisti della manifestazione”.

LE VIE DEI TESORI A ENNA

Un viaggio alla scoperta della città che si perde tra le nuvole. A partire dalle sue torri, torrioni e campanili. Ma prima ancora una sorpresa arriverà dalla Prefettura disegnata da Salvatore Caronia: Le Vie dei Tesori porterà nelle sale di rappresentanza della Prefettura che ha pure la sua torre, alta 18 metri, rivestita in marmo travertino. Una ghiotta occasione per una visita alla ricca collezione di opere d’arte legate all’Ordine Carmelitano, che provengono dalla chiesa di San Marco. Dipinti, stampe, cornici, sculture, statue in gesso, terracotta o ceroplastica, paliotti, reliquiari, antichi messali, e particolari antichi cartamodello per i ricami. Un’altra sorpresa del festival sarà al Convento dei Padri Cappuccini dove sarà riallestita la mostra di 32 disegni che Renato Guttuso realizzò per Il Lunario. Visitare l’ex convento (abbandonato dai Cappuccini nel 1866) vuol dire immergersi nella vita e nelle abitudini quotidiane dei frati (che abitarono la struttura fino al 1866). Nei locali dell’ex convento è stato creato un Urban Center e diventerà in futuro il Museo delle Confraternite ennesi.

Ed eccoci al tour tra chiese e conventi: a partire dal Santissimo Salvatore, nata come cappella privata medievale, poi divenuta chiesa barocca grazie alle donazioni di una nobildonna che volle restare sconosciuta: da non perdere il “tesoro” nella sacrestia, tra antichi manoscritti, reliquiari in argento, e un casserizio (enorme cassettone, unico nel suo genere) ligneo seicentesco dipinto a mano. Si passa nella chiesa e il monastero di san Marco Le Vergini che sorgono sull’antica sinagoga: ci sono ancora “le gelosie” da cui le monache di clausura, seguivano le funzioni. Passando dal monastero, si raggiunge la torre campanaria, affacciata sul centro storico e sul giardino interno. Altre due torri campanarie: quella di san Cataldo che mostra i suoi tesori “liturgici” ma anche l’area archeologica sottostante con le sepolture e gli antichi “colatoi” per essiccare i cadaveri prima di imbalsamarli; e quella della chiesa di San Tommaso Apostolo, una delle poche torri rimaste del sistema difensivo.  Anche il Comune ha la sua Torre campanaria: ex Casa del Fascio nata nella Castrogiovanni fascista, ingloba i ruderi dell’antica chiesa normanna di san Giovanni Battista di cui rimane, appunto, la torre campanaria: si visiterà eccezionalmente la stanza del Sindaco con una bella collezione di opere d’arte. E una simile si trova anche a Palazzo Chiaramonte che è diventato un polo culturale importante per la città: si visiteranno la chiesa di san Francesco e la preziosa biblioteca con 80 mila volumi e i fondi antichi del convento, a cui si accede attraverso l’Atrio del Sole; la Sala Proserpina e la Sala Cerere con una tela del Minniti, amico, modello e collega del Caravaggio. Per completare il programma, ecco la Torre di Federico avvolta da storie e leggende, salire al terzo e ultimo livello vuol dire accogliere una veduta straordinaria sul territorio; e infine il Torrione dello Spirito Santo, arrampicata su uno sperone di roccia, che conserva l’archivio della Confraternita, una delle più antiche d’Italia.

PASSEGGIATE

Le passeggiate de Le Vie dei Tesori – uno dei progetti più amati dal pubblico, costruite con le associazioni del territorio – a Enna saranno quattro, due per ciascuno dei primi due weekend: si seguirà la Via Sacra, il percorso che segue i percorsi dei pellegrini, partendo dalla Rocca di Cerere, e raggiungendo il Castello di Lombardia, e toccando lungo il percorso, antiche edicole votive, pozzetti, cisterne, e la Grotta dei Santi con i suoi affreschi bizantini. Si scopriranno le torri e si entrerà nell’ex-monastero delle madri Canossiane, con un grande giardino interno; nel centro storico vi indicheranno chiese e conventi, alcuni ancora abitati. E infine si raggiungerà il Campo di germoplasma di Villa Zagaria a Pergusa, 4 ettari dove sono conservate le varietà olivicole di tutti gli Stati del mondo.

ESPERIENZE

Enna è l’unica città di questo primo round che ha preparato un laboratorio per bambini: lo condurranno esperti pedagogisti e la scrittrice Lietta Valvo Grimaldi che ha da poco pubblicato una Guida alla città per ragazzi.

Ma si potranno anche conoscere gli asinelli del B&B La Quercia e l’Asino o degustare olio e vino al Baglio Pollicarini mentre vi racconteranno la storia dell’ex convento poi guarnigione e infine azienda d’eccellenza: sono due progetti di Terre dei Tesori.

GLI EVENTI DEL COMUNE DI ENNA

Il Comune ha organizzato e offrirà tre eventi: una notte alla Torre di Federico, tra note jazz e degustazione di vini e spumanti, perdendosi tra stelle e costellazioni; al Convento dei Padri Cappuccini, si scopriranno i disegni di Guttuso tra le note della musica Jazz; infine al Museo del Mito, alla Rocca di Cerere, Immagini e parole sulla rocca del mito, spettacolo sul mito di Kore-Persefone e Demetra, ambientato sulle sponde del Lago di Pergusa.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.