Il Comune di Nicosia partecipa ad un bando di edilizia scolastica, finanziamento richiesto di oltre 11 milioni di euro

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Con la partecipazione all’avviso pubblico per l’aggiornamento della programmazione degli interventi in materia di edilizia scolastica per il triennio 2018-2020, recante misure urgenti in materia di Istruzione, Università e Ricerca, si è concluso un iter di programmazione di edilizia scolastica, portato avanti dall’amministrazione comunale di Nicosia dal 2015.

In questi anni sono stati ristrutturati gli edifici scolastici di contrada San Giacomo per 234.000 euro e della frazione di Villadoro con lavori per 357.000 euro.

Il Comune di Nicosia, al fine di garantire la sicurezza degli edifici scolastici e di prevenire eventi di crollo dei relativi solai e controsoffitti, ha effettuato le indagini diagnostiche finanziate dal Miur (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca), con 64.500 mila euro su cinque edifici scolastici. Inoltre, nel 2018 ha eseguito, come valutazioni della sicurezza ai sensi delle norme tecniche per le costruzioni, le verifiche di vulnerabilità sismica e la relativa progettazione di interventi di adeguamento antisismico finanziati dal Miur nel luglio 2018 con 418.830 euro.

Con 90.000 di fondi vincolati del Mise (Ministero dello Sviluppo economico) per le annualità 2019-2020-2021 sono stati finanziati i lavori di efficientamento energetico della scuola Magnana, il primo stralcio eseguito nel 2019 ed i lavori del secondo stralcio verranno assegnati a fine ottobre 2020.

Con quest’ultimo bando il Comune di Nicosia ha chiesto al Miur dei finanziamenti per l’importo complessivo di 11.213.512,59 euro, per l’adeguamento antisismico e la ristrutturazione di cinque edifici scolastici comunali e per i lavori di adeguamento impiantistico, messa in sicurezza, e l’efficientamento energetico della scuola elementare Magnana di via Giovanni Falcone.

Nel dettaglio le cinque scuole coinvolte nei  lavori di adeguamento antisismico e la ristrutturazione saranno: I Circolo didattico “Carmine” e II Circolo didattico “San Felice” per 1.368.187,48 euro, II Circolo didattico “San Felice” di Largo San Vincenzo per 2.146.169,60 euro, scuola media “Dante Alighieri” di piazza Marconi per 2.291.023,54 euro, I Circolo didattico “Carmine” di via Largo Peculio per 2.258.918,00 euro e scuola media “Luigi Pirandello” di viale Vittorio Veneto per 1.388.249,72 euro. Per la scuola elementare Magnana di Via Giovanni Falcone chiesto un finanzianto di 767.830,08 euro.

Soddisfatti gli assessori Gianfranco Castrogiovanni e Nando Zappia per il completamento di questo iter che rende più sicure ed efficienti le scuole Nicosia: “Vogliamo ringraziare, tutti i professionisti che in questi anni sono stati convolti in questi lavori. – affermano i due assessori – In particolar modo dobbiamo ringraziare l’Ufficio tecnico comunale che in questi anni ha seguito tutti gli iter dei lavori e le progettazioni”.

 

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: