Statale 117 Nord-Sud: finalmente riparte la progettazione dei lotti C

Delegazione PD incontra ANAS
Condividi l'articolo su:

Il 19 settembre, una delegazione di amministratori e dirigenti del Partito Democratico ennese, guidata dall’on. Fabio Venezia, deputato all’ARS, ha tenuto un incontro con i vertici regionali e nazionali dell’ANAS per fare il punto sulla situazione dei lavori nei lotti B e sull’iter della progettazione dei lotti C (Nicosia sud – Mulinello – SS 192). Tra i partecipanti all’incontro figuravano Katia Rapè, segretaria provinciale, Piero Livolsi, sindaco di Leonforte, Sigismundo Li Volsi e Domenico Scavuzzo, consiglieri comunali di Nicosia, e Antonello Catania, responsabile provinciale del dipartimento Nord-Sud.

Per quanto riguarda i lotti B, la delegazione ha ricevuto rassicurazioni sul completamento dei lavori entro pochi mesi per il B2 e il B4a, oltre all’avanzamento secondo il cronoprogramma del lotto B5. Tuttavia, la notizia più significativa riguarda i lotti C, dove finalmente si è avviata la progettazione, con l’assegnazione delle indagini geologiche e la previsione di completare il Progetto di Fattibilità Tecnico Economico entro novembre 2023. Ciò aprirà la strada alla conferenza di servizi entro dicembre 2023 e alla successiva trasmissione del progetto al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, un passo fondamentale per l’approvazione.

È importante sottolineare anche gli sforzi dell’on. Stefania Marino presso il Ministero delle infrastrutture relativamente al completamento della Nord-Sud e la richiesta di informativa presentata lo scorso luglio dall’on. Anthony Barbagallo, membro della Commissione infrastrutture della Camera.

L’impegno del Partito Democratico nasce dalla consapevolezza dell’importanza del completamento della Strada dei due mari, non solo per infondere speranza nelle popolazioni e stimolare le economie della Sicilia interna, ma anche per creare un sistema di mobilità viaria moderno ed efficiente a servizio di tutta la Sicilia. È un invito rivolto a tutte le forze politiche e sociali affinché vigilino con costanza e determinazione, garantendo che la progettazione e il finanziamento dei lotti C procedano speditamente, al fine di recuperare il tempo perso a seguito dell’abbandono del lotto C1, che era stato già approvato, finanziato ed era in fase di appalto nel 2012.



Condividi l'articolo su: