Gli studenti ennesi il 15 marzo al fianco di Greta Thunberg a difesa dell’ambiente

Condividi l'articolo su:

Gli studenti ennesi si sono dati appuntamento la mattina del 15 marzo all’ingresso del visitor center, centro di accoglienza posto all’ingresso della Riserva naturale di Pergusa, per celebrare la giornata mondiale sull’ambiente e i cambiamenti climatici. Grazie alla giovane studentessa svedese Greta Thunberg che sfida i potenti del mondo si parlerà di quella che è diventata l’emergenza delle emergenze.

Il 15 marzo, gli studenti della provincia di Enna scendono in campo per pretendere soluzioni e misure che possano salvaguardare la salute del Pianeta, messo a serio rischio a causa delle scellerate politiche economiche ed industriali che hanno privilegiato solo il profitto senza rispettare l’ecosistema.

Parte anche da Pergusa, all’interno della Riserva, dove si conserva la biodiversità un importante segnale alle istituzioni e ai potenti ai quali i giovani chiedono un dialogo sul tema ambiente diventato la priorità assoluta.

Convocati dalla Federazione degli studenti della provincia di Enna, in collaborazione con Legambiente, WWF, Lakers Pergusa e anche Slow Food, gli studenti del il Liceo Classico di Enna, dell’IPS Federico II, dell’IC Neglia, ma anche di Gagliano ed Agira si incontreranno per accendere i riflettori su queste tematiche e per sostenere con forza l’azione della giovane svedese diventata l’icona della protesta.

La FDS ha invitato il Commissario Straordinario del Libero Consorzio dei Comuni, ente che gestisce la riserva naturale speciale di Pergusa Ferdinando Guarino, gli amministratori e rappresentanti dei Comuni del territorio che sono direttamente coinvolti nelle politiche del rispetto dell’ambiente.

Il Libero Consorzio Comunale sulle tematiche ambientali e sulla valorizzazione della biodiversità ha, da sempre, svolto un ruolo importante oltre che per la gestione della riserva di Pergusa, anche per la realizzazione e conservazione del campo di germoplasma di Zagaria, divenuto un centro di raccolta delle specie di ulivo provenienti da tutti il mondo, oggi sempre più di grande interesse culturale, scientifico e turistico.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *