Il senatore Trentacoste presenta un emendamento alla legge di stabilità per reperire i fondi per la Nord-Sud

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In questi giorni è in discussione la legge di stabilità 2020, la ex legge finanziaria, in pratica una serie di provvedimenti, che su proposta del governo italiano, regolano la politica economica del paese per un triennio attraverso misure di finanza pubblica e di politica di bilancio.

I diversi provvedimenti proposti dal governo nazionale sono emendabili. Il senatore Fabrizio Trentacoste del Movimento 5 Stelle ha presentato un emendamento che riguarda il reperimento di fondi per il completamento della Nord-Sud ed in particolar modo per i lotti C che congiungono Nicosia a Mulinello ed innestano la statale 117 all’autostrada A19.

Si legge nell’emendamento che “al fine di consentire il completamento della Strada Statale 117 bis, con particolare riferimento ai lotti C, è autorizzata una spesa di 120 milioni di euro per il 2020, 110 milioni di euro per il 2021, 100 milioni di euro per il 2022, 90 milioni di euro per il 2023, 80 milioni di euro per il 2024”.

L’emendamento prevede pure la copertura di questi 500 milioni di euro, si legge nello stesso emendamento “si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all’articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, come incrementato dall’articolo 99, comma 2”. Quest’ultimo è un fondo costituito con legge di stabilità del 2015 dal Ministero dell’Economia per “far fronte ad esigenze indifferibili”.

Nei giorni scorsi il senatore Trentacoste aveva sentito i vertici provinciali e regionali dell’Ance, l’Associazione nazionale dei costruttori edili, per capire cosa si potesse fare per reperire i fondi per il completamento dell’ultimo tratto della Nord-Sud, i lotti C, che la Regione Siciliana durante il governo Crocetta aveva de-finanziato. L’Ance provinciale è soddisfatta per la presentazione dell’emendamento che se approvato riapre nuovamente delle buone prospettive per il completamento di questa arteria, fondamentale per lo sviluppo dell’area centrale della Sicilia.

Il 25 novembre durante la visita a Nicosia del viceministro alle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, si era prospettata la possibilità di abbandonare il progetto che riguarda la costruzione dei lotti C, per un semplice ammodernamento dell’attuale strada statale che da Nicosia collega Leonforte. L’Anas aveva prospettato questa ipotesi in quanto il progetto di completamento della Nord-Sud era ritenuto troppo oneroso e poco conveniente. Da ricordare che la sola progettazione dei lotti C è costata 12 milioni di euro di soldi pubblici e su questo l’Anas dovrà tenerne conto. Così come il Ministero delle Infrastrutture dovrà tener conto di queste spese e soprattutto di un’opera che ad oggi dopo oltre 30 anni è ancora incompleta. Il Ministero sta istituendo un tavolo tecnico con le amministrazioni comunali coinvolte e l’Anas per confrontare i due progetti.

L’emendamento presentato in queste ore apre un nuovo spiraglio affinchè venga finalmente cancellata la celebre frase “non ci sono i soldi” con la quale la cattiva ed inefficiente politica spesso si nasconde per non trovare soluzioni.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: