La Pro loco di Nicosia stipula un protocollo d’intesa con la Banca del Tempo, presentazione del progetto il 26 giugno alle 18 in aula consiliare

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quando il denaro scarseggia, il tempo diventa la nuova moneta di scambio. Così il fenomeno delle Banche del Tempo (BdT), nate negli anni ’90, torna in auge in una situazione caratterizzata da precarietà, incertezza, diffidenza, solitudine e scarsità di risorse pubbliche e private, rispondendo ai bisogni sia materiali che relazionali dei cittadini. È in questa società individualista e consumista che vengono meno i rapporti di solidarietà, reciprocità, fiducia e le buone pratiche di vicinato, le quali, invece, risultano paradossalmente sempre più necessarie. Infatti, si è ormai concluso il passaggio dalla società del benessere, orientata alla crescita, allo sviluppo e ai servizi di welfare.

Far fronte alla scarsità di servizi di interesse generale erogati dagli enti pubblici e all’insoddisfazione dei cosiddetti bisogni relazionali e cercano rifugio nelle sempre più numerose aggregazioni spontanee di cittadini accumunati dal perseguimento del proprio benessere, non isolatamente ed egoisticamente, bensì all’interno di innovative strutture reticolari. Un esempio sono le Banche del Tempo, cioè organizzazioni private nate per rispondere a questi nuovi bisogni relazionali in cerca di adeguato soddisfacimento, raggiungibile attraverso la costruzione di reti stabili tra una molteplicità di attori diversi e l’instaurazione di rapporti solidi basati sulla reciprocità. In questo modo, le BdT contribuiscono significativamente al miglioramento della qualità della vita dei singoli, facilitando l’integrazione o il reinserimento attivo nella società, riconoscendo e valorizzando le capacità di ognuno, favorendo nuove relazioni amicali e garantendo anche un beneficio ed un risparmio economico, derivante dalla possibilità di effettuare scambi di beni e servizi senza l’utilizzo del denaro.

La Pro Loco di Nicosia, presieduta da Maria Antonietta La Greca, ha firmato un protocollo d’intesa con la Banca del Tempo. Presso l’aula consiliare del Comune di Nicosia, il 26 giugno alle 18, verrà presentato il progetto con un convegno a cui parteciperà, tra gli altri, il presidente della Banca del Tempo Himerese, Liborio Galbo. Previsti collegamenti esterni con altre personalità, tra cui Maria Luisa Petrucci, presidente onoraria banca del tempo nazionale, Nina Di Nuzzo, presidente regionale delle banche del tempo siciliane, Concetta Bruno presidente della banca del tempo di Palermo e Alfonso Lo Cascio, presidente Associazione Beni Culturali Sicilia.

Diretta streaming su: https://www.facebook.com/telenicosia

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: