Finanziati dalla Regione i cantieri di lavoro, in provincia di Enna 2.700.000 euro, a Nicosia arrivano 176 mila euro

Condividi l'articolo su:

L’assessorato regionale della Famiglia delle Politiche sociali e del Lavoro ha finanziato con 50 milioni di euro i cantieri di lavoro per 384 Comuni siciliani con popolazione inferiore a 150 mila abitanti.

Il provvedimento risale alla giunta Crocetta che nel marzo 2017 approvò il Piano di Azione e Coesione 2014-2020 per la promozione dell’occupazione e l’inclusione sociale.

Entro il 13 aprile, dopo diverse vicissitudini e proroghe, i Comuni siciliani dovevano inviare la loro manifestazione d’interesse.

In totale in Sicilia verranno istituiti 1701 cantieri di lavoro, per ciascun cantiere la somma finanziata è di 29.394,48 euro.

In provincia di Enna tutti i 20 Comuni riceveranno il finanziamento, verranno istituiti un totale di 94 cantieri di lavoro per un importo di oltre 2.700.000 euro. In testa Enna e Piazza Armerina con 7 cantieri, seguono Barrafranca, Leonforte e Nicosia con 6, Agira, Assoro, Centuripe, Pietraperzia, Regalbuto, Troina, Valguarnera, e Villarosa con 5, Aidone, Calascibetta, Catenanuova e Gagliano con 4, Cerami, Nissoria e Sperlinga con 2.

Il Comune di Nicosia ha richiesto il finanziamento di 6 cantieri e la somma che giungerà dalla Regione sarà di 176.366,84 euro.

Avremo la possibilità di intervenire su un paio di zone di Nicosia. – afferma il sindaco Bonelli –  Noi vorremmo intervenire nella salita di via G.B. Li Volsi, restituendone bellezza e decoro e in una zona di Villadoro, basolato della strada principale. Inoltre, ovviamente, ci sarà la possibilità di lavoro per un buon numero di nostri disoccupati”.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *