Approvato in giunta il programma triennale dei lavori pubblici a Nicosia, nel 2019 verranno spesi oltre 4.700.000 euro

Condividi l'articolo su:

E’ probabilmente l’atto propedeutico al bilancio triennale di previsione più importante, il piano triennale delle opere pubbliche da realizzare a Nicosia nel triennio 2019-2021 movimenta gran parte delle somme in bilancio. Nello schema delle opere pubbliche da realizzare sono esclusi i lavori pubblici il cui costo è inferiore a 100 mila euro.

La giunta comunale di Nicosia ha approvato uno schema di piano triennale nel quale prevede la realizzazione di otto opere pubbliche, il cui costo complessivo è di 4.733.152,20 euro.

Nell’anno 2019 sarà potenziato il centro di raccolta comunale (ccr) in contrada Canalotto, per un importo di quasi 400 mila euro, cifra finanziata dall’assessorato regionale all’Energia. I lavori forestali destinati ad accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali all’interno della riserva Campanito-Sambughetti, saranno finanziati dalla Regione e costeranno 477 mila euro. La messa in sicurezza della strada comunale Murata-Torretta-incrocio strada San Mattia costerà 100 mila euro, ed è stata finanziata dal Ministero degli Interni. Le opere di urbanizzazione nell’area del cimitero comunale, finanziati con gli avanzi di bilancio, costeranno 400 mila euro. Il miglioramento e l’adeguamento dell’impianto sportivo comunale “Stefano La Motta” costerà quasi un milione e mezzo di euro e verrà finanziato con l’accensione di un mutuo a tasso zero presso il Credito Sportivo. Dalla devoluzione del mutuo della cassa depositi e prestiti verranno realizzate tre opere: un parcheggio ad una elevazione da realizzare nell’area ex mercato coperto in via Sant’Anna per un importo di 1.100.000 euro. Il collegamento della bretella alla rotatoria in contrada Crociate per un importo di 150 mila euro e la riqualificazione ambientale e messa in sicurezza del piazzale all’ingresso nord-est in contrada Crociate per un importo di 640 mila euro.

Lo schema del piano triennale delle opere pubbliche approderà nelle commissioni consiliari e successivamente in aula per l’approvazione definitiva da parte del consiglio comunale.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *