Chirurgia a Nicosia, on. Luisa Lantieri: “A fine emergenza coronavirus il reparto riaprirà. Lavoro costantemente per il bene di tutti gli ospedali ennesi”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sulle polemiche di questi giorni intorno alla sospensione delle attività del reparto di Chirurgia del Basilotta di Nicosia, interviene la deputata regionale Luisa Lantieri, la parlamentare della provincia di Enna ha dichiarato: “ Ho sentito personalmente il direttore sanitario dell’Asp di Enna, Emanuele Cassarà, che mi ha assicurato che terminata l’emergenza coronavirus, l’Unità operativa di Chirurgia del Basilotta non è chiusa e verrà  riattivata garantendo sia gli interventi programmati che quelli in emergenza. Si tratta di una sospensione delle attività chirurgiche prevista in tutta Italia e recepita anche dalla Regione Siciliana.

Trovo una polemica priva di senso quella che mi accusa di pensare solo all’ospedale Chiello, devo ribadire ancora una volta che mi sono sempre battuta per tutti gli ospedali della provincia di Enna ed ho sempre lottato affinchè anche gli ospedali periferici di Nicosia, Leonforte e Piazza Armerina rimanessero aperti e venissero potenziati.

Questa emergenza sanitaria mi ha dato ragione ed ha dimostrato l’utilità di ogni ospedale presente nella nostra provincia. In questi mesi ho fatto aggiungere quattro posti di terapia intensiva a Enna e mi sono battuta per far consegnare una decina di ventilatori. Insieme al sindaco di Nicosia abbiamo lottato per i quattro posti di terapia intensiva a Nicosia e prossimamente farò giungere in questo nuovo reparto dei ventilatori di ultima generazione. Per il Chiello, che attualmente si occupa delle urgenze in chirurgia stiamo tentando di far aprire quattro posti di terapia intensiva che si aggiungono a quelli dell’intera rete assistenziale della provincia di Enna e non verranno sottratti nessun nosocomio provinciale. Il mio impegno politico è rivolto a tutta la provincia e non ad un solo comune come erroneamente qualcuno ha fatto intendere in questi giorni.

Vorrei ricordare che quando assessore della giunta Crocetta, l’attuale rete sanitaria siciliana è stata voluta dal governo regionale di cui faccio parte ed è quella giunta che decise di inserie i quattro posti di terapia intensiva all’ospedale di Nicosia.  

Il mio impegno per la provincia è costante e dopo la fine dell’emergenza coronavirus, tutti dobbiamo essere uniti e remare verso un unico obiettivo, ovvero quello di potenziare tutti gli ospedali provinciali che rappresentano un valore aggiunto ed un tesoro per tutta la nostra provincia e per i cittadini dell’Ennese.

Non sono il parlamentare di Piazza Armerina, ma di tutta la provincia di Enna. Il mio impegno in questi anni è alla luce del sole. Vorrei ricordare anche la vicenda della riapertura del Tribunale di Nicosia che mi ha visto protagonista con la presentazione di un emendamento nella finanziaria regionale e che mi vedrà sempre a fianco della popolazione qualora ci sia bisogno di un mio intervento”.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: