Costruire una rete tra le strutture turistiche extra alberghiere, la proposta del GAL Madonie per il territorio

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il bando prevede la copertura del 100% dei costi della cooperazione tra gli operatori

Arrivano nuove opportunità dal GAL Madonie per il turismo. In questo caso l’Ente territoriale vuole promuovere la messa a sistema delle strutture di ospitalità diffusa extra alberghiera. Si tratta della seconda edizione del bando relativo alla sottomisura 16.3 che prevede la “Cooperazione tra piccoli operatori per organizzare processi di lavoro in comune e condividere impianti e risorse, nonché per lo sviluppo/la commercializzazione del turismo”.

La sottomisura sostiene la creazione di partenariati finalizzati al raggiungimento di economie di scala tramite la creazione di pacchetti turistici, la messa in rete e la promozione e commercializzazione di servizi di turismo rurale con l’obiettivo di stimolare l’innovazione, la cooperazione e lo sviluppo della base di conoscenze nelle zone rurali; incentivare la creazione, l’avvio e lo sviluppo di attività economiche extra-agricole per giovani e donne e migliorare le infrastrutture e i servizi alla popolazione.

Il sostegno è concesso sotto forma di contributo in conto capitale, a rimborso delle spese ammesse ed effettivamente sostenute, ed è pari al 100% a copertura dei costi della cooperazione, sino ad un importo massimo di spesa ammessa di euro 150.000,00, per beneficiario, in caso di progetto di durata biennale; qualora il progetto abbia la durata di un anno l’importo massimo di spesa ammessa per beneficiario non potrà essere superiore ad euro 75.000,00.

I beneficiari della sottomisura 16.3 sono gruppi di “microimprese” (imprese agricole e forestali, imprese di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agroalimentari e forestali, in forma singola o associata, di servizi per il turismo rurale e per la promozione di mestieri e attività artigianali, ecc.), che hanno sede operativa in uno dei comuni del GAL ISC MADONIE, con un organico inferiore a 10 persone e con un fatturato totale di bilancio annuale non superiore a due milioni di euro, come previsto dalla raccomandazione della Commissione 2003/361/CE.

Possono partecipare al bando i partenariati già costituiti al momento della presentazione della domanda di sostegno o che si impegnino a costituirsi legalmente in una delle forme giuridiche previste dalla normativa vigente, dotate di personalità giuridica, entro 60 giorni dalla data di pubblicazione della delibera di approvazione della graduatoria definitiva delle domande ammissibili a finanziamento, nella quale risultano collocati in posizione utile.

Per ogni approfondimento consultare il bando pubblicato sul sito del GAL Madonie www.madoniegal.it

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: