Liborio Gulino nominato nel consiglio della camera di commercio con delega per la sede di Enna

Condividi l'articolo su:

Con Decreto del Presidente della Regione Liborio Gulino è stato nominato nel Consiglio della Camera di Commercio di Palermo ed Enna.

Si amplia così, con la nomina di Liborio Gulino, la rappresentanza del territorio ennese nel Consiglio della Camera di Palermo ed Enna.

All’atto dell’insediamento avvenuto lo scorso 16 maggio, il Presidente Albanese di concerto con la Giunta ed il Consiglio, ha conferito al Consigliere Gulino, già Presidente della Camera di Commercio di Enna, prima dell’accorpamento con la camera di Palermo,la delega ad occuparsi della Sede di Enna e dell’attività istituzionale della Camera nel territorio Provinciale.

La nomina di Gulino e l’ampia delega conferita dal Presidente Albanese per il territorio ennese, vogliono significare una particolare attenzione degli Organi camerali al territorio ennese già fortemente colpito dalla crisi economica degli ultimi anni e che ha visto soprattutto un impoverimento generale del tessuto imprenditoriale locale e del tessuto economico e sociale.

Basti pensare che il numero delle imprese della Provincia di Enna iscritte alla Camera di Commercio nell’ultimo quinquennio si è ridotto di circa 1.000 aziende dei diversi settori produttivi e dei servizi, attestandosi alla fine del 2018 al di sotto delle 15.000 imprese ( 14.932)

Occorre ridare al territorio ennese, il naturale ruolo che compete alla Camera di Commercio, dopo anni di commissariamento e immobilismo, afferma Liborio Gulino. L’auspicio e che la Camera di Commercio possa tornare a rappresentare anche per il territorio provinciale ennese un punto di riferimento e di incontro per le imprese e i cittadini, tra imprese e mercato, tra imprese e istituzioni. Un soggetto attivo per favorire lo sviluppo economico, promuovere le imprese ed il territorio in collaborazione con le Associazioni di rappresentanza delle imprese, della consulta dei professionisti, degli ordini e delle associazioni professionali e dei consumatori e delle pubbliche amministrazioni locali”.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *