Pagana (Attiva Sicilia) e Lantieri (Ora Sicilia) in commissione su stabilizzazione precari del Libero consorzio di Enna

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Quinta commissione dell’Ars (Formazione e lavoro) ha trattato nella mattina del 28 luglio la spinosa questione della stabilizzazione dei lavoratori precari del Libero Consorzio di Enna. L’ex Provincia di Enna che ha 92 dipendenti oltre a due in mobilità personale, manca ormai da 7 anni del Piano triennale e quindi della previsione di stabilizzazione dei lavoratori precari nel Piano. Si tratta di personale che ha avuto la proroga con l’approvazione dell’ARS  che passa poi per l’approvazione del Consiglio dei ministri, quindi del Governo nazionale che l’ha sempre autorizzata.   La legge dei 2016 aveva poi previsto che l’ultima proroga avrebbe potuto essere concessa nel 2018 con l’avvio delle stabilizzazioni che non è stato poi possibile attuare e nel 2018 era stata prevista l’ennesima proroga entro il 2020.

“E’ indiscutibile che la situazione di questi lavoratori deve essere risolta con la stabilizzazione – spiega Elena Pagana – prima di tutto sul piano umano e della dignità di ciascuno di loro e delle loro famiglie, senza dimenticare che hanno acquisito competenze e svolgono un lavoro senza il quale il Libero consorzio si paralizzerebbe. Prendo atto del grande lavoro e dello sforzo portato avanti dal commissario del Libero consorzio di Enna Girolamo Di Fazio che ha annunciato la stesura entro poche settimane del Piano triennale del fabbisogno di personale. Sulla scorta di questa comunicazione ho quindi proposto che a settembre, con il Piano si svolga un’audizione in Prima commissione dell’Ars. Servono le risorse per il Libero consorzio e serve una concreta progettualità”.

I precari del Consorzio di Enna sono stati per 20 anni “articolo 23” e da oltre 15 anni sono inseriti alla Provincia. Fino ad oggi l’empasse è stata superata con la proroga dei contratti a tempo determinato e sono ormai organici a tutti gli effetti e senza queste figure gli uffici del Consorzio non potrebbero operare. Inoltre l somme destinate ai precari sono in un apposito capitolo del Bilancio regionale e quando vengono operate le ripartizioni alle ex province le somme distinti in parte generale e parte per i contrattisti.  Il Commissario per il Consorzio di Enna ha rassicurato che entro poche settimane sarà pronto il piano triennale del fabbisogno

Questi lavoratori, senza l’intervento per la stabilizzazione, rimarranno disoccupati – ha detto la deputata Luisa Lantieri dopo avere ripercorso la vicenda dal punto di vista delle proroghe e delle norme sulla materia – e ci sarà il conseguente ricorso al giudice del lavoro, considerato che per la legge Madia bastano 3 anni di rapporto di lavoro perché questo venga considerato a tempo indeterminato e questo personale ha abbondantemente superato questo termine”. A chiedere l’audizione che si è svolta questa mattina in V Commissione è stata la deputata Lantieri.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: