Covid, Ordine dei Medici di Palermo “Casi tra vaccinati conferma efficacia mRNA”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ARTICOLO PUBBLICATO IL 1 Agosto 2021

PALERMO (ITALPRESS) – “Sappiamo bene che la vaccinazione per quanto estremamente efficace non copre il 100% dei soggetti. La doppia dose di mRNA, somministrata di certo ai colleghi, si è dimostrata efficace contro la variante, ma lo è in particolar modo contro l’evento-morte e l’evento-ricovero in terapia intensiva. La positività dei medici al Coronavirus non è un fenomeno allarmante, perchè è assolutamente pevisto che si possa contrarre il Covid anche se si è vaccinati”. Lo ha detto, all’Italpress, Giovanni Merlino vice presidente dell’Ordine dei Medici di Palermo, commentando gli ultimi quattro casi di positività dei sanitari in servizio nel Reparto Covid dell’osedale Cervello. I medici sono in isolamento domiciliare e sono tutti asintomatici. In alcuni casi sono risultati positivi
anche i familiari dei medici. Al momento, nella struttura ospedaliera, su 32 ricoverati nel reparto Covid, 30 sono i non vaccinati. “Anche io tra i miei pazienti – ha aggiunto Merlino – ho avuto qualche caso di soggetto vaccinato e che poi è risultato positivo, ma è stato o asintomatico o con sintomi molto sfumati. Questi dati, dunque, non fanno altro che confermare che – anche se in medicina non c’è il 100% di esattezza – nulla si toglie e nulla inficia alla fiducia che dobbiamo avere nel vaccino. Sono casi – ha ribadito Merlino – che confermano l’efficacia della vaccinazione: il fatto che chi è vaccinato, nella peggiore delle ipotesi, anche se dovesse contrarre il virus non sviluppa la malattia e può avere qualche lieve sintomo per 24-48 ore”. E sul caso della paziente positiva in fuga dal Reparto di Ostretricia dello stesso ospedale il vicepresidente dell’Ordine dei Medici ha concluso: “Non conosco nel dettaglio i fatti, ma è sicuramente inquietante. Ci sono troppi dati che non tornano, da approfondire…”. La donna era in attesa di un’ambulanza del 118  e del foglio di dimissioni. Per fuggire ha avuto l’aiuto del marito che e’ riuscito a eludere la vigilanza e l’ha raggiunta fino alla stanza del reparto dove la paziente era ricoverata dopo avere partorito. La puerpera da li’ a poco sarebbe stata dimessa e sarebbe tornata a casa per il periodo di isolamento domiciliare previsto dal protocollo sanitario anti-Covid. Insieme con lei anche il neonato, risultato negativo, di cui si sarebbe occupato la nonna. Sull’accaduto si indaga a ritmi serrati. La coppia rischia di essere denunciata per epidemia colposa. Da quanto si apprende in ambienti sanitari la donna ha dichiarato di essere una ‘no vax’.

(ITALPRESS).


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.